Finestre per bagno: quali sono le alternative migliori?

Il bagno è un ambiente della casa molto delicato perché, per le funzioni a cui è destinato, è soggetto all’azione continua dell’umidità generata dai vapori acquei, che potrebbe portare a conseguenze negative per la salubrità dell’aria interna, come la comparsa di muffa. Negli ultimi anni, nell’interior design, si è assistito a una consuetudine non proprio comoda e soprattutto non troppo salutare, ossia quella di creare dei bagni ciechi che si caratterizzano per essere senza finestre. Ciò non è mai auspicabile perché la finestra per bagno è fonte di luce ed aria. Disporre di una finestra da bagno, anche se si tratta di finestre da bagno piccole, è quindi assolutamente da preferire, perché le ricadute positive sono molte.

Vista l’incidenza che ha sul benessere, la finestra del bagno è un elemento da scegliere con cura, prendendo in considerazione sia gli aspetti tecnici sia la funzionalità. Bisogna infatti conciliare le giuste misure, la tutela della privacy e l’eventualità di scegliere infissi con componenti aggiuntive. Per avere un prodotto che risponda a tutte queste necessità è sempre utile preferire infissi di qualità, rivolgendosi ad aziende affidabili e con un’esperienza rilevante.

In questa guida tecnica vedremo come scegliere le finestre per bagni in base alle misure, ai materiali e agli accorgimenti tecnici, senza tralasciare il design, che è un aspetto importante per l’arredamento della casa.

Come scegliere le finestre per il bagno

Per scegliere la finestra del bagno più adatta è fondamentale tenere a mente quali sono gli obiettivi che deve avere: garantire il giusto ingresso della luce naturale, assicurare un costante ricambio d’aria e favorire l’uscita dell’umidità in eccesso.
A questi tre aspetti si aggiunge la tutela della privacy, soprattutto se si vive in appartamenti che confinano con altri o al piano terra in zone trafficate. Per tutelarsi si possono aggiungere le persiane alle finestre, disponibili in diversi modelli e funzioni. In alternativa ci sono le tende ma non hanno a volte la stessa efficacia.

Per quanto riguarda il materiale è necessario fare un discorso che ha la finalità di conciliare design, caratteristiche del materiale ed esigenze personali. Ad ogni modo ci sono materiali che per loro natura sono maggiormente predisposti ad essere utilizzati per la finestra del bagno.

Quali caratteristiche devono avere le finestre per il bagno

I fattori che condizionano la scelta delle finestre li abbiamo accennati nel precedente paragrafo. Ora vediamo nel dettaglio quali caratteristiche devono avere gli infissi per ottemperare a questi obiettivi e garantire una finestra del bagno funzionale allo scopo.

Come garantire le ventilazione

Il bagno durante la doccia produce dei vapori che se non sono correttamente espulsi si depositano sulle pareti e sui vetri e fanno aumentare il tasso di umidità. L’umidità elevata nel tempo contribuisce alla formazione della muffa, che è dannosa per la salute.
È dunque fondamentale assicurare una corretta ventilazione dell’ambiente attraverso le finestre, anche perché, oltre alla muffa, l’umidità eccessiva provoca anche l’insorgere di odori fastidiosi.

Per evitare la formazione della muffa e tutte le conseguenze dell’umidità la soluzione è optare per finestre con sistemi a ribalta, che proteggono dall’ingresso di acqua anche in caso di pioggia, oppure per finestre con sistema di ventilazione aggiuntivo, ideali soprattutto se si ha un bagno con finestra alta e quindi di difficile accesso per essere aperta con regolarità. Nelle finestre con un sistema di ventilazione aggiuntivo, la microventilazione necessaria ad espellere il vapore e assicurare un ricambio d’aria si attiva infatti in maniera molto semplice e, nelle finestre ad alta tecnologia, avendo uno spessore di 6mm non serve neanche richiuderlo, così la ventilazione è sempre attiva.

Come avere la giusta luce

Gli ambienti illuminati dalla luce naturale sono fonte di energia e di positività e anche in stanze come il bagno, spesso mediamente più piccole rispetto ad altre camere, è essenziale, anche perché il bagno è il ruolo del relax. Non dimentichiamo inoltre che la luce naturale contribuisce anche al riscaldamento di un ambiente e riduce l’utilizzo della luce artificiale.
Per il bagno, basta avere un accorgimento in più per garantirsi l’apporto giusto di luce. A incidere sulla quantità di luce è il tipo di vetro per finestre con il bagno, che infatti sono progettate con vetri extra trasparenti e vetrocamere più ampie rispetto al solito. Questa soluzione è pensata soprattutto per bagni esposti a nord e molto piccoli.

Come assicurarsi la privacy

La privacy in bagno è un aspetto fondamentale di cui tenere conto. Si può agire scegliendo delle finestre per bagno con vetri opachi o con opacità controllata che impediscono la visione dall’esterno o aggiungendo sistemi oscuranti che, oltre a impedire la visione dall’esterno sono utili anche in estate per evitare il surriscaldamento degli ambienti senza rinunciare al ricambio d’aria e alla luce, grazie alla presenza di lamelle orientabili. La privacy, oltre che visiva, è anche uditiva e per questo si possono scegliere anche finestre insonorizzate, che tengono fuori i rumori, soprattutto se si vive in centro città o in zone trafficate.

Le dimensioni delle finestre per il bagno

Le dimensioni delle finestre per il bagno vanno considerate in base allo spazio a disposizione e all’affaccio, perché sono aspetti che incidono sulla funzionalità dell’infisso.

Per la finestra da bagno le misure più diffuse sono lo standard 60/70 di larghezza e 120/140 di altezza. Questo perché la maggior parte delle abitazioni ha un bagno con misure ridotte per ottimizzare tutti gli spazi.

Le dimensioni per le finestre da bagno consigliate sarebbero invece a doppio battente, con una larghezza che va tra i 90 e 120 centimetri. In questo caso avrebbero prestazioni più elevate in termini di isolamento termico e protezione dalle infiltrazioni.

Ci sono infine delle case che hanno oltre al bagno un antibagno e in quel caso si potrebbe favorire l’ingresso della luce e la circolazione dell’aria con una porta finestra, stando attenti tuttavia a valutare bene la chiusura della porta finestra da esterno per questioni di sicurezza e di privacy. Nei bagni che hanno una finestra in alto, che di solito viene scelta o per gli ambienti mansardati o per i bagni a piano terra per questioni di privacy, le misure per la finestra del bagno si riducono e si installano nella maggior parte dei casi lucernari o finestre orizzontali. In questo caso la caratteristica a cui dare maggiore attenzione è la microcircolazione, soprattutto se sono finestre che restano sempre chiuse o sono difficili da raggiungere per l’apertura.

Qual è il materiale migliore per le finestre del bagno

Il materiale per la finestra del bagno deve avere caratteristiche compatibili con un ambiente molto umido. Tra i materiali disponibili sul mercato è da escludere il legno perché troppo suscettibile dal punto di vista dell’umidità, ha dei costi elevati e richiede una manutenzione costante.

La scelta è tra le finestre da bagno in alluminio e gli infissi per il bagno in PVC, due materiali molto affini dal punto di vista della resistenza all’azione dell’umidità e anche molto facili da pulire. La differenza tra la finestra da bagno in PVC e la finestra da bagno in alluminio risiede nelle proprietà naturali del materiale.

Il PVC, acronimo di cloruro di polivinile, è un materiale naturale che ha un isolamento termico e acustico molto elevato. Presenta infatti i più bassi valori di trasmittanza termica e questo significa che è assolutamente da preferire ad altre tipologie di finestre per questo utilizzo, perché l’isolamento termico è essenziale per il bagno. Non va dimenticato inoltre che l’isolamento termico incide anche sulle bollette, che si abbassano notevolmente. Si può potenziare l’isolamento anche con accorgimenti tecnici aggiuntivi quali l’installazione di vetrocamere con Argon, la presenza di guarnizioni isolanti molto potenti e a lunga durata e la scelta di inserire doppi o tripli vetri a seconda della zona climatica in cui è localizzata l’abitazione.

Il PVC è inoltre il materiale che ha il rapporto migliore tra qualità e prezzo, non richiede una manutenzione eccessiva ed è molto facile da pulire. Ha una lunga durata e si può personalizzare nella forma, nelle dimensioni e nei colori.

L’alluminio è invece un metallo, conduttore naturale di calore, e per raggiungere i parametri di isolamento termico richiesti per assicurare il massimo comfort interno, ha bisogno di essere sottoposto al taglio termico, la tecnica che gli permette di interrompere i cosiddetti ponti termici grazie all’applicazione di uno strato di materiale plastico a bassa conducibilità termica che isola la parte interna da quella esterna. Oltre all’isolamento per l’alluminio è necessario anche un trattamento per evitare l’ossidazione, che in un ambiente umido è una possibilità tutt’altro che remota.
Queste operazioni di adattamento del materiale fanno ovviamente aumentare il prezzo finale della finestra per bagno in alluminio, che è quindi più costosa rispetto alla finestra da bagno in PVC.

Bisogna tuttavia specificare che le finestre in alluminio sono molto resistenti e questo le rende più adatte a situazioni in cui si è maggiormente esposti dal punto di vista della sicurezza e, come il PVC, non richiedono grandissime attenzioni dal punto di vista della manutenzione e della pulizia.

Sul mercato ci sono infine anche le finestre in alluminio e legno, che sono da considerare se l’abitazione è in uno stile particolare, come ad esempio il rustico, e che quindi necessitano di una finestra che all’esterno sia coerente con l’intera abitazione. Bisogna però in questo caso tenere conto della delicatezza del legno, che interagisce molto con l’ambiente esterno, e con i costi, maggiori rispetto alle finestre per bagno in PVC.

Gli infissi in PVC possono essere realizzati con una finitura che imita il legno e questo abbassa notevolmente i costi non rinunciando allo stile.

Dama Design è un’azienda con sede a Roma che ha una lunga esperienza nell’installazione e nella manutenzione di infissi e serramenti. Propone prodotti di alta qualità e soluzioni adatte a ogni circostanza.

Se stai cercando un’azienda che possa individuare le migliori finestre per il bagno della tua casa puoi richiedere un sopralluogo senza impegno e valutare la proposta più adatta a te.