Porte per interno Roma

PORTE PER INTERNO A ROMA, LA GIUSTA QUALITA’ AL MIGLIOR PREZZO

Scegliere le porte per interno Roma richiede impegno al fine di ottenere ciò risponde alle nostre esigenze e allo stile della casa


Prima di acquistare verificate dal vivo la qualità e l’estetica della vostra porta, andando in azienda a vagliare le varie tipologie.


Le aziende costruttrici inoltre, al momento della consegna, devono produrre per ogni prodotto una scheda tecnica che specifichi il materiale e come funziona l’installazione, la manutenzione e l’eventuale smaltimento.

Questo vi darà maggiore serenità sia nell’acquisto sia nella gestione delle fasi successive.

comprare-porte-roma-soniaModelli di porte da interno a Roma

Le porte per interno sono varie e si distinguono per materiale, tipologia di montaggio e funzione.

Per avere dei vani per interno a Roma perfetti bisogna puntare su modelli che occupano meno spazio, considerate le metrature medie della città, e che si abbinino perfettamente allo stile della casa.

La porta da interno a battente

Vedremo per questo sia i modelli più comuni, sia quelli più funzionali. 
La porta a battente, con l’anta che ruota sui cardini laterali è quella più presente nelle nostre case.

È perfetta per dividere le zone della casa con un maggior isolamento acustico. Molto simile ma con un funzionamento diverso è la porta scorrevole esterna, che evita di eseguire lavori sulla muratura, ma separa in maniera meno netta i vari ambienti.

Se vogliamo invece lavorare esclusivamente sullo spazio, le porte per interno a Roma devono necessariamente essere “a scomparsa”.

porta-vetro-satinato-compresoLa più comune è quella scorrevole, che si muove su un binario metallico all’interno della parete. In questo modo la parete è libera per poter essere utilizzata perché l’apertura non ingombra.


La porta hardware, poco conosciuta, ma ideale per razionalizzare lo spazio, utilizza un sistema di scorrimento che si applica direttamente sulla parete.

Non richiede molto tempo per l’installazione e soprattutto non prevede lavori sulla muratura. Si adatta inoltre a diversi materiali murari, perché non è molto pesante.

La porta a scomparsa

Consente infine di recuperare molto spazio perché non ne occupa con l’apertura e non richiede spazio nella muratura. 
Per gli ambienti di servizio, come il bagno e il ripostiglio, la porta a scomparsa è sicuramente la soluzione più adatta.

Considerando che le porte per interno a Roma richiedono un’attenzione particolare proprio per la calibrazione dei metri quadri a disposizione.

Materiali delle porte da interno

Secondo elemento importante sono i materiali. Come per i modelli, nella scelta dei serramenti per interno a Roma bisogna considerare la funzionalità, la tipologia dell’abitazione e la loro collocazione. I vani infatti sono prodotti con l’utilizzo di diverso materiale e finiture, ognuno pensato per uno stile o per una specifica funzione.


I materiali più comuni sono il legno ed il vetro, perché conferiscono alla porta qualità e resistenza. Come vi abbiamo però già detto, nello scegliere le porte per interno a Roma, verificate di persona la qualità del prodotto, il colore e la rifinitura, perché potreste riscontrare poi brutte sorprese. Il massello garantisce massima resistenza e durata, ma pecca in peso e in costi.

Le porte da interno realizzate in legno

Vi sono poi porte realizzate con legno listellare rifinite con compensato. Vengono utilizzati spesso in combinazione con il vetro grazie alla loro maneggiabilità e leggerezza.

porte per interno roma modello SaraUna via di mezzo per il peso è il modello in legno tamburato che assicura resistenza e risparmio.

Il legno è utilizzabile in ogni ambiente della casa, ma è perfetto per dividere la zona giorno dalla zona notte.
Il vetro è un materiale molto delicato, ma sicuramente ha una valenza estetica superiore al legno.

Può essere infatti decorato e rifinito in diverse maniere, dando alla casa un aspetto molto elegante. Immaginandolo come porte per interno a Roma in un magnifico appartamento in centro, è sicuramente una soluzione molto innovativa, anche perché il vetro può essere installato a scorrimento o a scomparsa senza compromettere lo spazio.


Il vetro per essere conforme dev’essere temperato con una resistenza 5 volte superiore alla norma e stratificato, con al centro la pellicola PVB. In questo modo in caso di rottura rimarrà incollato o si romperà in piccoli pezzi poco taglienti.


La possibilità di personalizzare le porte da interno

Non dimentichiamo che la porta è un elemento di arredamento.

Poter scegliere un vano per interno a Roma ha molti vantaggi perché si possono vagliare diverse opzioni di personalizzazione vista la presenza di numerose ditte specializzate.


Le porte per interno vanno inserite nell’intero progetto di ristrutturazione di una casa, perché non bisogna sottovalutare i lavori per il montaggio e soprattutto non bisogna limitarsi a considerare solo il design dei vani, senza collegarlo all’arredamento.

Il colore delle porte da interno

Primo aspetto è il colore: non deve contrastare con lo stile, a meno che non sia una soluzione consapevole; valutare bene le misure è un’altra considerazione spesso sottovalutata.

Le porte risultano così sproporzionate perché non si sono scelte per esaltare la disposizione dell’ambiente.

In ultimo valutate bene le rifiniture: lavorazioni in alluminio ad esempio in una casa classica potrebbero stonare; stesso effetto per un disegno elegante su una porta in una casa molto colorata o dall’arredamento contemporaneo.


Consigliamo quindi massima attenzione in tutte le fasi della scelta di un serramento per interno a Roma, perché ogni azione sbagliata potrebbe comportare una ricaduta sulla bellezza dell’abitazione e sui costi.

Sconto del 35% sugli infissi e 15% sulle porte su tutti i prodotti presenti nel catalogo. Ignora